GIULIO IELARDI NATURE PHOTOGRAPHY

WORKSHOPS - THE DAY AFTER



 
 


Comments

Eccomi, Domenico. Alllora.
La prima. Viste le condizioni di ripresa, cioè pioggia a dirotto :-(, direi che non è male. Ancora meglio se la messa a fuoco l'avessi fatta sulla goccia d'acqua, che è il principale punto su cui si focalizza l' attenzione.
La seconda. Buona. Come detto, la riuscita della foto dipende molto in questo caso dalla scelta del rametto carico di gocce d'acqua. Quelli verdi, chiaramente, erano meglio di quelli secchi :-( ma insomma - come dicevo sopra - sotto quel diluvio non era facile.
La terza. Sulla composizione niente da dire, se non che mette davvero in risalto - persino esagerandole - le differenze di taglia dei due aironi. Sulla qualità, abbiamo già commentato rispetto all'accoppiata zoom+moltiplicatore. Mettici pure che è un crop ..
La quarta. A parte i bianchi "bruciati", cosa che avviene spesso con le garzette, ti suggerirei la prox volta di tagliare la sponda in alto e collocare la garzetta in alto a sin. dell'inquadratura. Le inquadrature più pulite sono e meglio è ( a meno che non ci sia un dettaglio utile a raccontare l'ambiente e/o gradevole esteticamente, ma questo non è il caso).
La quinta. Bella ! Bianchi bruciati anche qui - dovevi sottoesporre un pochettino - e micromosso sulla testa.
La sesta. Bello il croppone ! :-D L'inquadratura è molto meglio così rispetto a quella che mi avevi mandato prima, ok. Se la testa era girata e quindi più visibile, se non era un croppone, se avevi un 500 ... :-DD

Reply



Leave a Reply



copyright© Giulio Ielardi 2009-2012 - designed by Dario Ielardi